IL SIGNIFICATO DIETRO AI PATRONUS

Ormai tutti sappiamo cosa sono i Patronus e a cosa servono, e tutti sappiamo che il Patronus spesso rispecchia la personalità di chi lo evoca.

È per questo che ho deciso di dedicare un mio pomeriggio a cercare i significati dietro ogni animale-Patronus di alcuni personaggi della saga, rilevanti o meno.

Mi sono rifatto soprattutto alla simbologia celtica, supponendo che la Row, da buona inglese, abbia fatto lo stesso. O potrebbe anche essere che lei li abbia scelti con un semplice ambarabaciccicoccò, in quel caso, mi aspetto un riconoscimento.

Iniziamo il nostro viaggio nei meandri della simbologia magica.

1. Il cervo

Il cervo è il Patronus di Harry e James Potter (nonché Animagus di quest’ultimo). Il cervo rappresenta l’amicizia e l’amore legato al desiderio, anche rischiando di morire nel tentativo di proteggerlo (e già qualcosa inizia a quadrare).

La natura del cervo è espressione di purezza e sublimitá. È simbolo di fertilità, rigenerazione e rinascita, del passare del tempo e del flusso di crescita interiore.

Il cervo è un animale solitario, sfuggente e territoriale, riluttante all’idea di vivere in spazi confinati, non facilmente addomesticabile. 

Nella civiltà indoeuropea è simbolo dell’istinto paterno che si scontra con la “civiltà” della madre, nonché di rapidità, prestanza, agilità, vigore e del maschio combattente.

2.La cerva

Patronus di Lily Evans e di Severus Piton, la cerva rappresenta il principio femminile, possiede leggerezza, fiuto e grandi capacità di mutare forma, e ha il ruolo di condurre il cacciatore nel profondo della foresta. 

La cerva è simbolo di colui che ha superato le prove di trasformazione e rinnovamento della propria personalità, ottenendo la conoscenza. A voi le conclusioni.

3. Il cane (per l’esattezza un Jack Russel Terrier)

Il Patronus di Ron. Al cane vengono associate numerose qualità, dalla più totale lealtà alla più profonda amicizia, dall’altruismo alla importante capacità di saper dimenticare e perdonare. Possiede un animo gentile e tollerante.

Mai Patronus fu più azzeccato.

4. La lontra

Il Patronus di Hermione, alla lontra vengono attribuite generosità, forza, curiosità, spirito di sacrificio e lealtà e sono intelligenti e fantasiose.

In amore non appaiono fredde e distaccate, anzi, nutrono un amore leale e profondo sia per gli amici che per il partner, ma non potranno mai essere accecate da sentimenti quali egoismo e gelosia. Sono molto attente alle esigenze di entrambi (amici e partner) e coraggiose se dovessero trovarsi a difendere coloro che amano.

La lontra viene chiamata in diversi modi nelle lingue antiche, ma tutti i termini significano “cane d’acqua”, perché il suo simbolismo è collegato a quello del cane (indovinate chi ha un cane come Patronus…)

I celti lo consideravano un animale magico a cui chiedere protezione e sostegno in momenti di crisi o profonda ricerca interiore.

5. Il gatto

Il gatto è il Patronus di Minerva McGonagall (e il suo Animagus) e di Dolores Umbridge.

Il gatto racchiude in sé il lato istintivo della natura. È un animale libero e indipendente, perciò è un essere privilegiato per il suo lato criptico e segreto.

È un animale empatico e conosce i segreti del benessere.

6. La fenice

La fenice è l’animale da compagnia e il Patronus di Albus Silente.

È uno dei simboli più usati essendo un concetto fantastico che esprime rinascita e bellezza della vita che riforma sé stessa, poiché la fenice è un uccello che muore trasformandosi in cenere e dalle cui ceneri risorge per ricominciare la sua vita.

La fenice è collegata al fuoco, quindi ne possiede le caratteristiche principali, quali luminosità, giustizia, coraggio, ma ne possiede anche di sue.

La fenice ha un profondo significato spirituale perché simboleggia il redimere sé stessi dagli errori, purificarsi in una sorta di ricerca interiore. La rinascita non implica un cambiamento fisico, ma solo interiore, le rinascite sono anche quelle che l’uomo compie in vita, quando cambia sé stesso.

7. La lepre

La lepre, il Patronus di Luna, è spesso associata alla luna. Un simbolo che apre alla comunicazione col proprio Io libero, selvaggio.

Pozzo infinito di conoscenza, uno specchio che porta nella stravaganza e aiuta a riflettere su sé stessi, conoscendosi dentro, la lepre non agisce con freddezza e disprezzo, come può sembrare, ma con l’innocenza post-infantile della pubertà.

8. Il lupo

Il lupo è il Patronus di Lupin e poi anche di Nymphadora Tonks(prima era una lepre).

Il lupo dimostra essere un animale potente, che viene in aiuto di chi ne ha bisogno e ha molto in comune con il cane.

Il totem-lupo è estremamente loquace e caratterizzato da una espressività che esprime sia a parole che con il corpo. Lo distinguono generosità, pazienza, intelligenza, cordialità, perspicacia, fedeltà e compassione.

È molto legato alla famiglia e rispetta i ruoli, pur mantenendo la propria libertà personale. Tende a scegliere un compagno per la vita.

9. Il cavallo

Il cavallo è il Patronus di Ginny.

Simboleggia la forza dell’energia istintiva: pericolosa quando è libera e mossa dai sensi, utile per la realizzazione spirituale se controllata e dosata.

È simbolo di potere, volontà e prestigio, esprime il valore di potenza e splendore e rappresenta eroismo e nobiltà.

10. La donnola

La donnola, Patronus di Arthur Weasley, rappresenta la capacità di smascherare le falsità, di andare oltre le apparenze, anche quelle personali. 

È dotata di intuito e riesce a prevdere gli eventi, mantenendo comunque un atteggiamento riservato e umile, e per questo sono spesso sottovalutati

11. La iena

La iena è il Patronus di Fred. Ha l’abilità di discernere, fidarsi o non fidarsi “a naso”, affidarsi all’istinto e agire di conseguenza.

La iena lavora bene in gruppo, dove trova sicurezza e protezione. È aggressiva e tende a non mollare la preda.

12. Il coyote

Il coyote è invece il Patronus di George.

Il coyote è un briccone, sempre occupato ad ingannare gli altri e se stesso. Cade nelle sue stesse trappole per poi liberarsene e uscirne incolume. 

Può ridere delle sue debolezze, vivere situazioni paradossali, la cui unica via d’uscita è scoppiare in una sonora risata.

13. Il pavone

Questo maestoso animale è il Patronus di Lucius Malfoy.

Il pavone è simbolo di orgoglio e vanità, regalità, bellezza e immortalità.

La sua bellezza richiama le sue idee ma allo stesso tempo la loro fragilità. È simbolo di trasformazione positiva.

14. L’aquila

L’aquila è il Patronus di Draco.

Il suo librarsi verso l’alto nel cielo, fino ad altezze impossibili per l’uomo, la rende simbolo di qualsiasi movimento verso l’alto,  dalla morte alla vita.

L’aquila viene associata al serpente, formando una coppia di opposti complementari: l’aquila simboleggia la luce, il serpente l’oscurità. L’aquila che si nutre si serpenti simboleggia il trionfo del bene sul male, la libertà.
Che ne dite di queste associazioni? Le condividete? Fatecelo sapere!

Annunci

Una risposta a "IL SIGNIFICATO DIETRO AI PATRONUS"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...